mercoledì 12 ottobre 2011

Festa dei frutti dimenticati a Casola Valsenio (Ravenna)


Corniola Domenica prossima potreste programmare una gita  a Casola Valsenio, paese delle erbe e dei frutti dimenticati,   in provincia di Ravenna,  perchè qui si svolgerà una festa per riscoprire i sapori di certa frutta che un tempo cresceva spontanea vicino alle case dei contadini e che da questi veniva  consumata  e venduta nei mercati  del posto. 
Oggi forse non sappiamo più  cosa sono le sorbe, corniole, mele di rosa, pere volpine, azzeruole biricoccolo.....
Un tempo  ci si cibava di cose semplici ma sane: un pezzo di pane  e frutta. E non ci si preoccupava di tenere sotto controllo il colesterolo....


 



 

25 commenti:

  1. Mi si stringe il cuore se penso a quante cose sono andate perdute nel passaggio da una società contadina a quella industriale. Che peccato! Ma questo è il destino dell'uomo e delle cose. La fine.

    RispondiElimina
  2. @Ambra e @Eva purtroppo, dobbiamo rassegnarci...

    RispondiElimina
  3. Cara Erika mi piacerebbe assaggiare quella frutta. Questa è una proposta molto interessante!

    Ci sei mancata a Milano ehhh

    Ti mando: un lago di abbracci, un fiume di tenerezze, una cascata di saluti.... e...un salvagente per non annegare!!!

    RispondiElimina
  4. ciao Erika
    hai ragione,di certi frutti si è perso il ricordo....
    baci

    RispondiElimina
  5. In questo caso ..."bei tempi andati". Davvero!

    RispondiElimina
  6. hai fatto bene a segnalare questo evento è una socperta affascinate questo tipo di frutta dai sapori e nome inusueti ma buoni

    RispondiElimina
  7. Che invio simpatico, Mirta. Grazie di tutto.

    RispondiElimina
  8. Eh i nostri bei tempi, cara Sandra!

    RispondiElimina
  9. Grazie anche a te, caro Carmine!

    RispondiElimina
  10. sono frutti così dimenticati che non ne conoscevo l'esistenza O_O
    peccato non poterci andare....

    RispondiElimina
  11. Ciao,
    come stai?
    Io ho l'influenza ma niente di grave...combatto spesso con le tonsille che ormai secondo me sono da togliere, devo andare dall'otorino!!!
    Invece tu che fai di bello?
    Elisa

    RispondiElimina
  12. Ma che bella idea quella del rimando fotografico, grazie, in effetti alcuni tipi mi sono sconosciuti. Grazie ancora Erika

    RispondiElimina
  13. Impossible de venir mais c'est ainsi
    Superbe cette cerise

    RispondiElimina
  14. Adesso vado a googleare le pere volpine in effetti... Baci!

    RispondiElimina
  15. Anch'io Pupottina alcuni non li conoscevo affatto.
    Ciaoo

    RispondiElimina
  16. Npn c'è male Elisa.Mi dispiace che tu abbia problemi con le tonsille. Dicono che non bisogna toglierle perchè anche loro servono....
    Ti vengo a trovare uno di questi giorni nel tuo blog.

    RispondiElimina
  17. Cara Tiziana ho voluto mettere il link delle foto perchè ho pensato che fosse giusto soddisfare la vostra curiosità in quanto anch'io desideravo vederli questi frutti sconosciuti.
    Ciaoo.

    RispondiElimina
  18. Chère France il ne s'agit pas d'une cerise mais d'un courniller
    http://fr.wikipedia.org/wiki/Cornus_mas
    Bonne nouvelle semaine!

    RispondiElimina
  19. Ciao Eva, ti ho incuriosita eheheh... Ricambio baci.

    RispondiElimina

Grazie