lunedì 7 settembre 2015

Diario di viaggio in Provenza ( luglio 2015 - II parte Manosque - Apt)

Ed eccoci alla seconda giornata del nostro viaggio in Provenza.


Da Manosque ci siamo diretti verso Auribeau, un paesino abitato da poche anime  circondato da campi di lavanda. Ma prima di arrivarci abbiamo fatto una breve sosta  a Céreste perchè siamo rimasti colpiti da un ponticello romano chiamato Pont de Baou. Ed anche lungo queste strade tantissima lavanda.....








Spesso e volentieri mi fermavo per scattare foto  o fare riprese con la videocamera perchè i panorami erano molto attraenti.
Da Auribeau , seguendo la D48, siam giunti a Saignon, . Sin da lontano siamo stati attratti  da un promontorio  costituito da  un gruppo di rocce  dove si trovano una chiesetta, un vecchio castello  ed alcune antiche  abitazioni scavate nella roccia. Noi le abbiamo raggiunte a piedi e di lì abbiamo ammirato il panorama del Luberon. Passeggiando attraverso le sue strette stradine  abbiamo notato vecchie fontane , piazze ombreggiate da alberi secolari e la chiesa romanica Notre Dame o Ste Marie de Saignon.







 Uscendo dal paese ho notato dei campi di girasole  e non ho potuto evitare di fermarmi

Da Saignon siamo arrivati a Bonnieux dove è sato girato il film di cui ho parlato all'inizio del mio diario. Si tratta di un piccolo villaggio arroccato dalle case in pietra e finestre azzurre. Siam saliti sulla cima di una lunga scalinata di pietra dove si trova  la chiesa alta del XII secolo.






Dopo aver bevuto una bella birra fresca abbiamo ripreso la macchina e ci siam diretti verso la città di APT. Durante il tragitto abbiamo sostato presso una distilleria della lavanda e qui ho fatto qualche acquisto. Naturalmente campi di lavanda  ovunque....
La cittadina di APT l'abbiamo trovata molto caotica per cui ci siam ritornati solo la sera per cenare e quindi ci siam  recati verso le  Chambres d'hôtes  Le Saint Massian (chemin de Saint Massian) che avevo prenotato sempre su Booking.com. 
E' stata una scelta molto azzeccata. La struttura, molto pulita,   è gestita da marito e moglie, due anziani molto disponibili e cortesi. Lui si occupava di tutto mentre la moglie, probabilmente  affetta da qualche problema di salute, se ne stava tranquilla su un divano a fumare la pipa. Si trova  circa a 10  minuti dal centro  di  APT, su una zona collinare da cui si gode una  vista magnifica. L'abitazione è in pietra provenzale e le finestre, gli infissi e  le fioriere sono tutte del color della lavanda.  Tutto immerso in un bel bosco e difronte all'abitazione  una piscina dove  ci siamo rilassati facendo una bella nuotata.
La mattina il proprietario ci ha preparato un'ottima colazione  all'esterno sotto un'ombrellone rosa fucsia . Più in là una caprettta da cui aveva munto il latte qualche minuto prima. Un vero paradiso!








Bene, vi dò appuntamento al prossimo itinerario e se volete leggere la prima puntata cliccate qui:
http://erikanapoletano.blogspot.it/2015/09/diario-di-viaggio-in-provenza-luglio.html



5 commenti:

  1. Che bei posti, sono anni che ci vorrei andare, adesso mi è proprio venuta voglia!

    RispondiElimina
  2. Una meraviglia assoluta queste foto, cara EriKa, luoghi che si amano al primo sguardo e mi fanno venir voglia di un bel viaggio!!!
    Grazie di cuore e un abbraccio di buona giornata!!!

    RispondiElimina
  3. Come si fa non fotografare posti così belli?
    La casa con gli infissi color lavanda è bellissima con quegli splendidi contrasti di rosa.
    Un caro saluto

    RispondiElimina
  4. Che spettacolo!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Ciao Erika, stupendo reportage belle fotografie e le riprese saranno favolose? Buona settimana, Angelo.Lo sai sono nonno.

    RispondiElimina

Grazie