venerdì 19 ottobre 2012

Diario di viaggio in Madagascar 2012 (III parte)

E siamo arrivati alla terza puntata del mio racconto.
Oggi vi parlerò di un'escursione  che viene chiamata "Profondo Blu"  in cui la natura si fonde con la solidarietà. Abbiamo raggiunto l'isola selvaggia di Nosy Mamoko dopo due ore di navigazione da Nosy Be. Siamo entrati in una baia ricca di mangrovie ed ad attenderci c'erano tanti bambini. Prima ho parlato di solidarietà perchè partecipando a questa escursione abbiamo devoluto  delle offerte  che son servite a portare agli abitanti dell'isola  riso, pomodori,zucchero.
Io avevo portato dall'Italia degli indumenti e dei palloni da calcio  che ho gonfiato lì con una pompetta speciale che avevo acquistato all'Ipercoop. Quando ho chiesto alla guida se potevo dare i palloni ai bambini mi ha  sorriso e mi ha detto che li avrei resi molto felici quel giorno. In questo viaggio mi son resa conto che questa gente è felice anche se non possiede nulla mentre  noi,  pur avendo tanto, non sorridiamo mai. Lo sapete cosa dice un proverbio malgascio? "Hai un solo dente? Sorridi anche solo con quello"
 questo è mio marito  colto di sorpresa dai lemuri
Appena sbarcati siamo stati letteralmente assaliti dai lemuri ="spiriti della notte" perchè avevano sentito il profumo delle banane che la nostra guida aveva portato  e di cui loro sono molto ghiotti oppure bisogna chiamarli dicendo "maki, maki".  Vivono qui in Madagascar ed in qualche isoletta delle Comores e, come ho detto nella prima puntata, le femmine sono rosse mentre i maschi hanno il pelo nero.
In compagnia del bravissimo  Hermelick abbiamo fatto un giro e così abbiamo incontrato una tartaruga gigante di circa 150 anni 

 baobab
Guardate  il lemuro che mangia la banana, nella parte inferiore, in prossimità della coda, si vedono le zampine del  piccolo che si tiene avvinghiato alla sua mamma. Una delle  principali attività della popolazione è la pesca ed una certa quantità viene essiccata al sole su delle griglie fatte di canne (foto  in alto)
Nell'isola è presente un esemplare di Baobab non così enorme  come quelli che  ho visto   a Zanzibar.   Nella foto sopra  potete vedere come le donne battono il riso  per separarlo dalla parti non commestibili.
Ammirate  questi  bellissimi bambini




 


E che bei volti di donne malgasce dalla pelle vellutata!




Nel nord del Madagascar la popolazione è di origine africana, al centro sono indonesiani mentre al sud sono di origine araba per cui potrete notare persone con tratti somatici diversi e dalla pelle più o meno chiara all'interno della stessa famiglia.




 Nosy Tanikely

Guardate la trasparenza dell'acqua.

Queste foto le ho scattate in piedi non sott'acqua
.Nosy Be Island Map by    http://www.selftours.co.za/mad1.htm





 questa sono io circondata da tanti picoli





 tutte le foto sono  state scattate da me
Qui , dopo il pranzo, abbiamo incontrato tanti bambini, le cui mamme vendevano prodotti artigianali,  a cui abbiamo fatto  moltissime foto. Erano molto curiosi, desideravano  che scattassimo loro le foto perchè poi venivano subito a  guardarsi nello schermo lcd in quanto questa cosa per loro era misteriosa. Ridevano e ci facevano ridere questi "angioletti neri" dagli occhi enormi, i visi sporchi di sabbia, i nasetti da cui colava del muco, con vestitini logori,  ma spensierati, allegri,  che   hanno  saputo darci  una lezione di vita senza chiederci nulla in cambio. "Anche se non si ha nulla si può  essere felici".
Se volete leggere la seconda parte del viaggio cliccate qui

Arrivederci alla prossima puntata

34 commenti:

  1. sono tutte belle le foto, specie quelle dei volti dei bambini, una bella invidia per la magnifica vacanza

    RispondiElimina
  2. Un viaggio che ci ha regalato tanto, Carmine. Grazie.

    RispondiElimina
  3. che post splendido buon fine settimana

    RispondiElimina
  4. Buon pomeriggio Erika

    Con pleier grande visionare le tue foto belle, uno è più bello o più divertente dell'altro.
    Si mostrano che si tratta di una bellissima isola e la vostra relazione è molto ben mantenuto.
    Le foto di tutte le madri ei bambini sono davvero incredibile .... ti guardano con gli occhi grandi.

    Vi ringrazio per tutte le cose belle che desideri condividere ...... complimenti per il tuo blog meraviglioso, ed io sul serio!

    Cordiali saluti e un bacio, Joop

    RispondiElimina
  5. Cara Erika .
    avevo nostalgia di te :-) e sono passata per lasciarti un saluto .Complimenti per il post , che belle immagine! Ciao e buon fine settimana . Lina

    RispondiElimina
  6. Un abbraccio carissima Lina.

    RispondiElimina
  7. Je bent echt zo lief lieve Joop. Grazie!!!

    RispondiElimina
  8. Bellissimo reportage, completo oltre che di foto, di notizie del luogo. Posti incantevoli, naturali e semplici allo stesso tempo, dove la gente con poco, anzi con niente, ti fa dimenticare tutti i nostri problemi di paesi "industrializzati, civili, ecc. " ma siamo molto tristi con tutte le nostre comodità inutili e superflui. Andare in questi posti, oltre che fare una splendida vacanze( ti invidio )uno si arricchisce spiritualmente, chissà che non si torni tutti ad essere più umili e a pensare più al prossimo... ciao a presto, Angelo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così Angelo. La vacanza è stata bellissima, hai ragione di invidiarmi, ma mi ha insegnato che ho veramente tanto e che bisogna saper anche donare a chi non è fortunato come noi.
      Grazie, caro amico

      Elimina
  9. Proprio ieri io e mio marito parlavamo di andare a fare un'esperienza di vita in Madagascar... tu che ci sei stata dici che è possibile viverci? Abbiamo già vissuto due anni al sud della Repubblica Dominicana dove la povertà è una costanza... li com'è?

    Un bellissimo resoconto e bellissime foto! E tu sei bellissima!!
    Grazie di questo tuffo in quel paradiso!
    :-)

    RispondiElimina
  10. Cara Sara, anche qui la povertà regna quasi ovunque. Le abitazioni sono fatiscenti, dicono che non ci sia assistenza sanitaria anche se io so che una certa Manina, una napoletana, ha deciso qualche anno fa di trasferirsi lì ed ha costruito scuole ed amubulatori dove poter curare soprattutto i bambini. Il mare è pescosissimo c'è frutta di tutti i tipi, carne di zebù, pollo e cinghiale.Cmq loro dicono che si stava meglio quando c'erano i francesi. Beati voi che potete fare queste esperienze di vita. Ti ringrazio di tutti i complimenti che non merito.Un abbraccio.
    Erika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Queste esperienze son frutto di scelte che pochi condividono... Vogliamo vendere tutto, (casa mobili, macchina moto e affini), per andarcene in giro per il mondo a cercare il nostro posto... che magari è proprio il Madagascar!

      I complimenti son più che meritati.. anche mio marito ha letto il tuo reportage e ne è rimasto affascinato!
      Un abbraccio a te!
      :-)

      Elimina
    2. Certo bisogna avere tanto coraggio per fare questa scelta ma penso che, visto che la vita è una sola, bisogna tentare e forse sarete più felici.
      Grazie ancora, Sara. Un abbraccio.
      Erika *-*

      Elimina
  11. Ok amica, mi hai convinta, ci devo andare. Per quanto riguarda il nostro famoso olio (a puntate pure quello ormai) è un olio essenziale puro al 100%, rigorosamente bio, che uso in diffusione miscelato ad acqua oppure sulla pelle miscelato a burro di karitè. La marca è questa: www.florapisa.it (5 ml, 12 euro...., ma è lui!)
    Bacio!
    Ubique Chic, H2O Fashion added

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie di tutto cara Eva! bacione

      Elimina
  12. Al di la' delle spiagge paradisiache e dei luoghi tropicali da cartolina, deve essere stato un viaggio dalle forti emozioni. Ci dimentichiamo troppo spesso di sorridere, di essere felici per quello che abbiamo eppure anche noi, nei nostri vari viaggi, ci siamo resi conto di quanto poco basta per alcune persone per essere veramente felici. Viaggiare ti aiuta anche a questo, a tornare a casa ed apprezzare le cose poche semplici che tutti noi abbiamo.
    un caro saluto
    marta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così, cara Marta. Un abbraccio.

      Elimina
  13. Il vostro bagaglio sarà pesato molto al vostro ritorno, E' un viaggio che si sta rilevando molto ricco dal punto di vista umano. Ciao cara

    RispondiElimina
  14. Cara Tiziana sì, il nostro bagaglio interiore pesava certamente di più. Ogni giorno riguardiamo le foto con una forte emozione e siamo contenti di aver fatto questo viaggio meraviglioso.
    Ciao carissima e grazie.

    RispondiElimina
  15. Che meraviglia questo vostro viaggio!!! Anche a me piacerebbe ogni tanto partire per luoghi lontani, ma mio marito, che ha girato il mondo essendo un ufficiale della marina mercantile, ora che non è più giovincello...è diventato pantofolaio...e per accontantarmi, almeno in Italia, viene con me.
    Complimenti per le belle foto che hai condiviso con noi facendoci sognare.
    Abbraccio
    Bruna

    RispondiElimina
  16. queste foto sono semplicemente favolose <3<3

    RispondiElimina
  17. Grazie a te, cara Diana. Cerca di convincere tuo marito a viaggiare perchè ti arricchisce. Abbraccio anche a te.
    Erika

    RispondiElimina
  18. Grazie cara Antonella! Buona notte.

    RispondiElimina
  19. che paradiso!
    Bellissime foto Erika,un viaggio indimenticabile!
    Baci

    RispondiElimina
  20. Seems like you really had a great time there! Love the beach and the coconut trees. I bet the food is awesome too.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. You are right fizinskandarz. Thanks for visiting my blog

      Elimina
  21. Stupenda serie fotografica piena di allegria e colore! Che invidia!!! : ))
    Complimenti, ciao e buona serata! Cri : )

    RispondiElimina
  22. Un rigoglioso paradiso, Erika. Reso magnifico dalle tue foto. Che natura, mamma mia....e quei ritratti...gli sguardi hanno una grande e profonda intensità.

    RispondiElimina
  23. Che magnifica vacanza, la tua, Erika. E che foto fantastiche! Belli poi, bellissimi i volti delle donne malgasce e dei bambini che hai ripreso. Un mondo e un'esperienza credo unici.

    RispondiElimina

Grazie