lunedì 25 ottobre 2021

"La Moda della vacanza"

E'  stato pubblicato un saggio intitolato "La Moda della vacanza". Gli autori sono Alessandro Martini e Maurizio Francesconi ed il costo è di 34,00 eur,  edizioni Einaudi.

La vacanza è un fenomeno recente, la vacanza di massa, perchè prima era riservata ad una certa élite. 

Nel libro si parla dell' invenzione della vacanza perchè  si tratta di una vera invenzione

immagine tratta dal web

e si racconta come si viaggiava dalla fine dell' Ottocento al secondo dopo guerra.

Viaggiavano re, sovrani, principesse, esploratori, aristocratici e poi piano piano una  borghesia sempre più estesa. Si inizia con il turismo termale, riprendendolo dall'antichità. Le capitali del turismo balneare, come per esempio Nizza, erano frequentate d'inverno perchè si cercavano luoghi con temperatura  mite.

Gli inglesi inventano il turismo termale   a  Brighton,  e gli sport invernali come l'alpinismo e lo sci. Poi nasce il viaggio esotico: in Egitto si va per esplorare, ad esempio le Piramidi.

I viaggi influiscono sulla moda in quanto abito. Il turismo balneare e montano impongono che nascano degli outfit particolari come il costume da bagno e per la montagna i pantaloni  e le giacche pesanti  che poi diventeranno le nostre giacche a vento imbottite,  mentre prima si indossavano abiti molto larghi e gonnelloni.

I turisti inglesi incominciano a frequentare il Mediterraneo, per esempio  Capri.

Gli autori hanno arricchito il libro anche di aneddoti.

Qui potrete leggere un estratto del saggio:

https://www.einaudi.it/content/uploads/2021/02/Pagine-da-INT_MARTINI_FRANCESCONI_La_moda_della_vacanza.pdf

giovedì 14 ottobre 2021

Giornate FAI ottobre 2021

Il 16 ed il 17 ottobre nuovo appuntamento con le Giornate FAI in tutta la nostra penisola. Si potranno visitare, con un contributo di 3 euro o con  l'iscrizione,   palazzi, castelli, ville,  musei e caserme che generalmente sono chiusi al pubblico.

Ad esempio nella mia città , Bari, si potrà accedere alla Caserma Picca per celebrare anche    il centenario della traslazione del  Milite Ignoto. Nel 1864 il Comune assegnò all'Esercito un grande suolo che però nel 1871  fu dato  alla Stazione Ferroviaria mentre alla caserma fu dedicato un altro grande sito nell'aranceto del Convento di Sant'Antonio. Il 22 maggio 1866 i frati lasciarono chiesa e convento. Per la vicinanza alla chiesa, la caserma era stata intitolata inizialmente a “Sant'Antonio”, poi rinominata “Caserma Puglie” e infine “Caserma Domenico Picca”, dal nome dell'eroe molfettese, medaglia d'oro nella Prima Guerra Mondiale caduto sul Carso il 2 novembre 1916 e ricordato nell'epigrafe collocata sulla parete destra dell'androne principale d'ingresso su piazza Luigi di Savoia. 

Le visite saranno guidate da: Narratori FAI Bari, Architetti dell’Ordine APPC della Provincia di Bari, Studenti del Corso di Laurea in Scienze dei Beni Culturali - Università degli Studi di Bari Aldo Moro, ‘Apprendisti Ciceroni’ del Liceo ‘G.Bianchi Dottula’. Prenotazione obbligatoria e presentazione di un documento di identità.

Orario

Sabato: 10:00 - 13:00 / 15:00 - 19:00
Note: 10:00 - 13:30 (ultimo ingresso 13:00) / 15:00 - 19:00 (ultimo ingresso 18:30)

Domenica: 10:00 - 13:00 / 15:00 - 19:00
Note: 10:00 - 13:30 (ultimo ingresso 13:00) / 15:00 - 19:00 (ultimo ingresso 18:30) 

A Giovinazzo si potranno  visitare la Vedetta ed il Borgo  Antico, a  Bisceglie La Chiesa di Santa Margherita,  a Fasano La masseria Seppannibale, a Matera La Casa Noha, Il Palazzo Ducale Malvinni, Malvezzi e scuderie, a Locorotondo La Masseria Ferragnano.

E' consigliata la prenotazione online perchè i posti sono limitati. 

L'iscrizione  annuale individuale costa 39 eur e potrete  sottoscriverla anche online su questo sito:

https://www.fondoambiente.it/