lunedì 15 ottobre 2012

Diario di viaggio in Madagascar 2012 (II parte)




 Ed eccomi  ancora qui  per raccontarvi la nostra seconda escursione.
Siamo partiti la mattina verso le 8.30 per raggiungere un'isoletta non molto distante da dove alloggiavamo noi, solo che quel giorno soffiava vento da Nord ed il mare era mosso per cui la nostra barca, pur essendo grande e dotata di due motori potenti, navigava contro vento ed impiegò un po' più dei  previsti 20 minuti..  L'isola si chiama Nosy Fanihy ed è abitata solo da due aquile pescatrici e qualche gabbiano. E' un luogo di vero relax.La spiaggia è completamente ricoperta da conchiglie  e  frammenti di coralli ed è considerata sacra per cui non si può portare via nemmeno un granello di sabbia. Era previsto anche un giro con maschera e pinne perchè lì i fondali sono ricchi di pesci e crostacei ma non  è stato possibile farlo perchè il mare era agitato. In quest' isola  si possono anche  rinnovare le promesse di matrimonio ( dietro prenotazione dall'Italia ma noi non lo sapevamo) ed infatti un prete malgascio celebra una cerimonia, che mi è stato detto è molto commovente, accompagnato dal suono del Valiha che è il tipico violino malgascio.
Ci siamo  fermati per circa due ore durante le quali ho scattato tantissime foto a conchiglie e coralli dalle forme più varie. Poi sull'isola è approdata una piroga con un'abitante di un'altra isola che è venuta a vendere prodotti dell'artigianato locale. Mio marito ha fatto una passeggiata spingendosi fino all'estremità e mi ha raccontato di aver visto, a pelo d'acqua,  delle murene.


Tutte le foto sono state scattate da me
Se volete leggere la prima parte del nostro viaggio cliccate qui

Ci ritroviamo  fra qualche giorno......




16 commenti:

  1. sono foto strepitose, deve essere stato un viaggio entusaismante, non riesco a scegliere quale tra le foto rappresenti meglio l'idea che mi sono fatta io del madagascar, quell'imbracazione è favolosa, e il mare...viene voglia di tuffarcisi, immediatamente...baci ady

    RispondiElimina
  2. Grazie cara Ady. Baci anche a te, cara.

    RispondiElimina
  3. quel magnifique endroit et quel tresor ces coquillages marins ;o)

    RispondiElimina
  4. gran bel reportage da quello che è uno dei paesi più belli del mondo

    RispondiElimina
  5. Grazie Carmine. Sì , è vero , è uno splendido paese.

    RispondiElimina
  6. Dire che i tuoi diari di viaggio sono belli è davvero riduttivo. Si vive la tua emozione e le immagini portano davvero nell'atmosfera . Dovresti pubblicarli, cara Erika.

    RispondiElimina
  7. Sei troppo gentile, Sandra. Io, qualche diario l'ho pubblicato su Turisti per Caso ed una volta un diario me lo hanno, a loro volta, pubblicato sul loro Magazine ed ho vinto unn DVD.
    Grazie cmq del giudizio positivo.

    RispondiElimina
  8. Le tue foto sono delle opere d'arte! Complimenti!

    RispondiElimina
  9. che meraviglia <3<3 spero di andarci anch'io un giorno <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo auguro con tutto il cuore, cara Antonella.

      Elimina
  10. Bellissimo reportage, le foto meravigliose...un viaggio da sogno! Beata te cara Erika che riesci sempre a viaggiare ..anche nei posti cosi lontani e affascinanti.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Grazie Nicoleta. Un abbraccio anche a te.

    RispondiElimina
  12. Una cornice fantastica per una vacanza da sogno.

    RispondiElimina
  13. Tutto fantastico, cara Tiziana.

    RispondiElimina

Grazie